Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2018

#44

Immagine
Della serie non facciamoci mancare niente, dall'ultimo post in ordine cronologico hanno avuto luogo i seguenti avvenimenti:
22 giugno - Festa nazionale


Come ogni anniversario della nascita che si rispetti, innanzitutto non ho lavorato come i miei colleghi ben sanno; poi mi sono vergognosamente goduta ogni secondo del giorno della Mia festa. La sera prima, vinto facile di due contro Ligurno al torneo dei rioni, la partita aveva dato un discreto colpo di grazia ad una giornata già di suo abbastanza delirante; ma non avevo messo in conto: un tot. di birra a stomaco vuoto - così a occhio mi pare quattro mezze che in totale fanno... ecco appunto - la pizza di mezzanotte con l'Anto e soprattutto quell'orribile, indefinibile, corrosivo limoncello il quale, ogni volta in cui viene estratto dal freezer, provoca una specie di brivido tra gli astanti non di certo dovuto alla bontà del prodotto... avevo tutti i requisiti riconosciuti dal regolamento per farmi una dormita di quelle epoca…

Uaoooooooo!

[on the air: nessuno vuole essere Robin - cesare]

21/27 giugno 2018
Ti consiglio di non cedere alla tentazione di andare alla ricerca di nuovi eroi. Ti distrarrebbe dal tuo compito principale delle prossime settimane, che è quello di essere tu stesso un eroe. Ecco qualche suggerimento per allontanarti dall’idea troppo modesta che hai di te stesso ed esplorare le opportunità di liberazione che potresti avere se ti dessi più fiducia.
1) Lasciati alle spalle i vecchi eroi che in passato ti sono stati utili.
2) Perdona e dimentica gli eroi deludenti e ipocriti che hanno tradito i loro stessi ideali. 
3) Esorcizza la tua immotivata ammirazione per semplici celebrità che ti hanno ingannato facendoti credere di essere eroi.
uuuuh il terzo punto come mi piaceeeee! Buon ultimo giorno da quarantatreenne! 🚀
Oggi ho cercato (insistentemente) di aprire il Comune con le chiavi di casa.  #quarantaquattroenonsentirliancora
#comepossoiononcelebrartivita 💚

Cat e Pippo

Immagine
Capito perchè uno dei miei sportivi preferiti è Pippo Inzaghi?
Che si tratti della finale di coppa, dello spareggio alla sagra della mano sudata o la prima partita del torneo dei rioni contro Gaggiolo vinta facile di 1 (il tabellone qui mente... la bomba era da tre e sono stati assegnati tre tiri liberi per loro a tempo scaduto. Risultato finale 55 a 56) tra due stoicissime squadre che si sono affrontate cinque contro sei, poco importa.
L'adrenalina è quella, la scimmia da spirito competitivo incontrollato pure. Anche se (per fortuna di tutti quanti) tocco palla una volta all'anno e solo per i ragazzi del mio rione.
Quaranta minuti come ai vecchi tempi in cui, con stupore, non mi sono sentita fuori posto ma anzi... stavo proprio bene!
Stavo così bene, che ho fracassato le balle a tutto il mondo, pur di non perdere quella cacchio di partita. Non ce la faccio. E' veramente troppo più forte di me. Il sacro fuoco della (ex) giocatrice inizia ad ardere non appena quell'odiata-ama…