Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2013

Without words

Immagine
"PER SEMPRE"  è una definizione assolutamente bandita dal mio personale  vocabolario, per sempre. Anche ti amerò, a voler guardare.

Donegi :)

Immagine
La giornata di ieri  mi ha fatto riflettere tanto. Davvero. 
Prima di tutto, sono tornata in chiesa a Cantello, non costretta ad occupare l'odiatissima prima panca, quella dei funerali, ma con uno stato d'animo assolutamente sereno. Riappacificato. Ho fatto pace con la mia adorata chiesa, che tanto ho amato ma nella quale non sono più riuscita a tornare, dopo averci vissuto i momenti più brutti e dolorosi della mia vita;
La mia prima volta, da consigliere comunale, che accoglie il nuovo parroco cosciente di vivere un momento importante per il cammino della comunità Cantellese. Essere seduta al solito posto, emozionata come nel giugno del 2009. Bello;
La sensazione di trovarmi di fronte una brava persona. Che ti parla con il cuore in mano. Schietta, sincera, autentica come i lacrimoni che gli hanno rigato il viso durante la lettura del messaggio di saluto del suo ex parroco. Mi sono profondamente commossa assieme a lui;
Il pensiero, l'idea più che altro, che la chiesa di Cantell…

EPPI SIMO!

Immagine
Il legame che unisce me ed i miei fratelli è assolutamente unico e diverso, per ciascuno di essi. Quello con la Simo, sicuramente, è quello che dopo gli ultimi anni di trasformazione ha senza dubbio subito più di qualunque altro una evoluzione che, sia nel bene che nel male, ci ha portate poi a condividere la quotidianità, nel senso più vero e stretto del termine. Sono felice per lei, perchè ora la vedo nuovamente serena. Ognuno di noi è certamente uscito cambiato, chi più chi meno, rispetto allo tsunami emotivo e psicologico che ci ha travolti. Il miracolo vero è il non esserci persi, l'essersi comunque ritrovati, avere sempre e comunque la consapevolezza di poter contare ad occhi chiusi sull'aiuto dell'altro in maniera reciproca. Questo è ciò che sento se chiudo gli occhi e penso a lei. Siamo state messe sotto lo stesso tetto, forse affinchè potessimo prenderci cura l'una dell'altra. E così sarà. Buon compleanno Simo!

Buona la prima :) (Anche se abbiamo perso)

Per due cose sono veramente contenta: Per la partitona (che non mi spiego, ma sul serio: ho delle risposte dal mio fisico che davvero non so da dove mi arrivino. Boh.) e per aver ricevuto dall'allenatore e dal dirigente avversario i complimenti a fine partita. In un ambiente falso, ipocrita e pieno di squali come il basket femminile, questi rari sprazzi di stima e rispetto mi colpiscono sempre in maniera particolare. Bella li.
... Ed era proprio a Bresso che ci recavamo per le riprese della domenica dopo aver visto la magica Pro Sesto allungare in vetta alla classifica battendo in casa col canonico gol di Spampatti (8 in 8 gare, tutti lui…) l’Inveruno secondo in classifica. L’inizio è tutto di Catella e compagne che dopo tre minuti sono sul 10 a 3 con un ispirata Rosignocca (tripla e canestro di fila). Bresso ci mette un attimo ma riesce a riorganizzarsi e recupera terreno fino al -1 prima che Catella con due triple (10 punti nel primo periodo) faccia rifuggire le sue fino al 13-…

Nuoooooo lasciare la zona di sicurezza nuoooooooo!

Immagine
[on the air: more than a feeling - boston]


Cancro21 giugno – 22 luglio
Se vuoi abbandonarti al tuo istinto di autodifesa, hai tutta la mia approvazione. Sono anch’io un Cancerino, capisco che uno dei modi in cui ti prendi cura di te stesso è metterti al sicuro. Ma vorrei ricordarti che per la tua salute emotiva e mentale qualche volta hai bisogno di lasciare la tua zona di sicurezza. E questo è uno di quei momenti. Il richiamo dell’avventura risuonerà presto. Se sarai preparato e disposto al cambiamento, ti accorgerai che i cambiamenti in arrivo saranno particolarmente istruttivi e piacevoli.
Salute emotiva e mentale? Non so di cosa stia parlando Signor Rob Brezsny...

Cosa ho letto??! La parola CAMBIAMENTI??
C-A-M-B-I-A-M-E-N-T-I in A-R-R-I-V-O??

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAURGH!

Strepitosi

[on the air: weather with you - crowded house]

Già la vita è complicata di suo. Già fare un lavoro che ti piaccia e che ti dia soddisfazione, credo sia un miracolo, ma da sempre, non solo adesso. Più che un miracolo, un'immensa fortuna. Già andare in ufficio, luogo in cui comunque trascorri la maggior parte delle tue giornate, con un umore simile al condannato nel miglio verde e dopo aver dormito si e no tre ore scarse la notte prima, non è che sia sta gran meraviglia. Già, andarci, in ufficio, e sentirsi il più delle volte nel luogo giusto, al momento giusto, con le persone giuste, direi che trattasi di culo assolutamente sfondato. Poi capitano le giornate come quelle di ieri, in cui avrei volentieri lavorato con il casco della moto in testa, affinchè sta faccia che mi ritrovo che sbandiera ogni tipo di emozione, pensiero, idea senza filtro alcuno, fosse nascosta e non tradisse il mio stato d'animo tristissimo; in una situazione normale, sicuramente nessuno mi avrebbe cagata, cazz…

Amami (quando è il momento)

Chiamami fra un pò di tempo
magari sto meglio.
Considera bene il momento,
magari ti dico magari per fare un esempio...

Chiamami quando l'inverno finisce sul serio
ora mi sembra un pò presto,
Magari ti dico magari per fare un esempio
Magari ti dico magari mi chiami e non sento... Chiamami solo se hai tempo,
di fretta non ne ho più bisogno.
Chiamami quando mi sveglio magari rispondo...Amami quando è il momento, la nave che aspetti è nel porto
E' carica del tuo ricordo
ma il suo capitano mi ha detto di dirti che è morto...
Ma so che aspetta nascosto
e disegna il tuo volto
Il tuo voltoE allora chiamami quando mi sveglio,
magari sto meglio
E dammelo tu il buon esempio,
magari ti dico magari per fare un esempio
magari ti dico magari facendo silenzio
SilenzioChiamami solo se hai tempo,
di fretta non ne ho più bisogno.
Chiamami quando mi sveglio magari rispondo
Amami quando è il momento, la nave che aspetti è nel porto
E' carica del tuo ricordo
ma il suo capitano mi ha detto di dirti che è morto...
Ma so …

Fastidio

[on the air: quando non sai - cesare]

Se c'è una cosa che non sopporto, (si infatti, giusto una) ma che proprio mi da un fastidio mostruoso, è subire le situazioni. Mischiato ad un carinissimo senso di impotenza verso comunque circostanze e dati di fatto "superiori" contro i quali è praticamente impossibile combattere... Minchia che fastidio. Pessimismo e fastidio. Mi sono resa conto di far troppa fatica a gestire i rapporti con gli altri. Troppa. Maledico sempre più spesso il mio essere ipersensibile, ipercritica, iperselettiva, ipervulnerabile, iperrispettosa, assolutamentetroppopoco rompicoglioni... Troppa, troppa, troppa fatica. Io non so più che fare, non so più trovare un equilibrio. Di sicuro c'è che benedico il giorno in cui la S.O.S. PERICAZZIDITUTTIQUANTI CATELLA ONLUS ha chiuso i battenti. Almeno adesso ho solo i miei, di casini, a cui pensare. Certo, qualcosa e qualcuno dai quali farmi comunque asciugare, c'è ed è rimasto. Ma nulla a che vedere con il delirio d…

... Courage...

Immagine
[on the air: momento silenzioso - cesare]


Credo che non manchi molto alla mia morte e devo  cominciare a non pensare, o perlomeno devo  continuare a fare tardi, anche quando sono stanco:  commettere gli sbagli che in fondo avrei voluto tanto tanto  fare con te... E stare con te...
Ma credo che non conti molto una preghiera al cielo  quando senti che un secondo può passarti accanto come un treno. 
E più ti rendi conto che sei solo un passeggero,  e più respiri a fondo cercando qualcosa,  quel maledetto qualcuno  che illumini il sentiero. 
La pioggia che scende mi rende nervoso...  Interrompe la quiete di questo mio momento silenzioso...  E' meraviglioso...
Starsene appoggiati sul divano ore ed ore,  sapendo che la noia è un'impressione... Starsene aggrappati come un petalo sul fiore,  può essere un perfetto paragone  con l'amore... 
Si, ma credo che non manchi molto alla mia morte e devo  cominciare a preoccuparmi di quei sogni che volevo, con te...
Fare ad ogni costo quando in mano non avevo al…

Franco santo

http://lachiara1974.blogspot.it/2011/10/san-franco.html
E' un post di due anni fa... Mi ricordo di averlo scritto in lacrime. Oggi lo rileggo e me la rido di gusto, di cuore, me la rido con te Fra. Perchè anche se non sei riuscito a vederla,  nella mia casa ci sei sempre stato. E hai sempre rotto le palle uguale!
Sei un fottutissimo MITO!
A U G U R I SAN CICCIUZZO

Ma giusto un Little Bit...

GIVE A LITTLE BIT  OF YOUR LOVE TO ME
GIVE A LITTLE BIT OF YOUR TIME TO ME...
(Supertramp, 1977)
Give a little bit  Give a little bit of your love to me  Give a little bit  I'll give a little bit of my love to you  There's so much that we need to share  Send a smile and show you care 
I'll give a little bit  I'll give a little bit of my love to you  So give a little bit  Give a little bit of your time to me  See the man with the lonely eyes  Take his hand, you'll be surprised 
Give a little bit  Give a little bit of your love to me  I'll give a little bit of my love for you  Now's the time that we need to share  So find yourself, we're on our way back home 
Going home  Don't you need to feel at home?  Oh yeah, we gotta sing