Post

Visualizzazione dei post da luglio 3, 2017

Fantozzi rag. Ugo, matricola 1001/bis, dell'Ufficio Sinistri

Immagine
[on the air: la ballata di Fantozzi]




Scrivo raramente quando muore qualcuno di famoso, ma al di la delle sue idee e della persona, come artista mi sento di rendere omaggio ad un genio (almeno per me, tale).
Conosco tutta la prima serie del ragionier Ugo Fantozzi a memoria e sono felice, quasi orgogliosa, di aver vissuto in un periodo storico che mi abbia dato l'opportunità di crescere accompagnata dai suoi film.

La serie di Fantozzi è assolutamente geniale, drammaticamente e dolorosamente ironica, tristemente molto più attuale oggi, rispetto agli anni 70. Sono film che sicuramente non vanno guardati fermandosi agli atteggiamenti o alla corazzata Potemkin. Descrivono situazioni che, vissute o subite, ciascuno di noi ha provato almeno una volta nella vita.
Ricordo che alle elementari, la maestra ci diede un avviso da riportare firmato dai genitori, in cui li invitava (...) a non farci vedere un episodio delle avventure del caro Ragioniere a favore di una fiction che mi pare fosse quella…