Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2014

# 26 is magic

Immagine
Si, decisamente. Quello di ieri è stato uno tra i giorni più belli della mia vita. Per intensità, per emozioni, per affetto, per risultato, per obiettivo, per un sogno (l'ennesimo, tra l'altro) che in questi ultimi cinque pazzeschi anni della mia vita, si realizza. Ero certa che il numero 26 si sarebbe nuovamente legato ad un importantissimo evento del mio cammino. Ma quanta paura ho avuto! Perdere il quotidiano e l'opportunità di crescita con questo gruppo, mi avrebbe davvero spezzato il cuore. Al di la del discorso politico, dovermi separare da alcuni di loro, sarebbe stato un trauma. Ed invece, una bellissima favola si è compiuta. Dopo una campagna elettorale estenuante, ma che porterò sempre nel cuore come bagaglio di emozioni davvero incredibili, il trionfo è arrivato. Gli abbracci, i visi stravolti dalla stanchezza e dalla commozione (di uno in particolare) non li scorderò mai. Forse tutta questa grazia, me la merito. O forse no. Sta di fatto che, quando perdi tutto,…

Così, a caso...

... Notte insonne, ansia, perdita,  Amici, Amicizia, quotidiano, abbracci, paura, tensione, male alle spalle,  voglia che siano già le 14,  terrore che siano già le 14,  cuore, speranza, gregario, mal di pancia, condivisione,  passione, desiderio di fare qualcosa di bello,  lacrime ma non di dispiacere, assessore, bolle di sapone, quarant'anni, sensazioni, fiducia, Mamma e Papà, il numero 26, strappo, sogno, timore, cambiamento, prestigio, chiusura di un cerchio (uno dei tanti), crescita,  amore incondizionato per il proprio paese, fine,  Cicciuzzo, sguardi, vita che cresce, affetto, god save the wolf,  stomaco completamente chiuso, sorriso, belle persone,   e... ci vediamo sabato dalla Silvana. ♥

Mi butto dentro, vada come vada

Immagine
Mi chiamo Chiara Catella, faccio la gregaria per un campione onesto, sportivo e allenato alla gara.
Se devo vincere, desidero che accada perché son stata brava  e perché credo nella forza della squadra per la quale gareggio.
Mi chiamo Chiara Catella, faccio la gregaria, e questa gara voglio giocarmela con il sorriso sulle labbra, perché il pubblico che ci sta incitando è quello che amo, è quello che non urla ma tifa, è quello che non insulta e provoca ma propone.
Adoro le corse in salita e con il mio team ho speso tutte le energie ed il fiato per fare tagliare il traguardo, per primo, al mio amico e compagno di viaggio Gunnar Vincenzi, la persona che mi ha permesso di gareggiare al suo fianco ed essere orgogliosa di appartenere a questo paese.

“Il grande sole della vita”

Immagine

Ho desideri scritti in alto che volano...

Immagine
"... E c’è gente che pensa di avere sbagliato tutto nella vita e pensa solo al passato, che non comprende che si può rinascere ogni giorno se fai la cosa giusta adesso."

Ma non mi dire...

Cancro 21 giugno – 22 luglio “Se vogliamo provare la gioia di essere amati”, dice il disegnatore e saggista Tim Kreider, “dobbiamo sottoporci alla mortificante tortura di farci conoscere”. Riesci ad accettare questo compromesso, Cancerino? Essendo anch’io un Granchio, so bene che a volte tendiamo a nascondere chi siamo veramente. Dobbiamo sempre mediare tra la paura di essere feriti e il desiderio di farci conoscere dagli altri. A volte, per mantenere l’illusione di forza che ci dà essere misteriosi e non rivelare mai quello che abbiamo dentro, scegliamo di vivere senza l’amore che tanto desideriamo. Le prossime settimane saranno un buon periodo per rivedere questo atteggiamento.
Se avessi imparato prima questa cosa, forse avrei sofferto meno. O di più.
Avrei evitato anche di dovermi difendere da chi, mio malgrado, cercava di farmi passare per quella che non sono.
Ho anche imparato che siamo noi a decidere con i nostri comportamenti, atteggiamenti, insomma con il nostro "comunicare&q…

"Cambiare"

Immagine
Che storia. Che esperienza. Bellissima. Sono stanca a livelli mai visti, ridotta veramente ad uno straccetto per i mobili, ma quello che sto avendo la fortuna di vivere è davvero impagabile. Siamo una squadra strepitosa. Ben assortita, affiatata, motivata. Io credo fermamente nella forza del gruppo; trent'anni di pallacanestro mi hanno insegnato che solo se scatta il giusto feeling tra le persone coinvolte, allora si possono raggiungere grandi risultati. Ho giocato in squadre fortissime, fatte di individualità notevoli, senza vincere mai nulla. Ho fatto parte di squadre tutto sommato molto meno forti con le quali ho vinto campionati contro ogni pronostico e sfiorato promozioni insperate. Tutto questo grazie alla forza del "gruppo". Sono orgogliosa, ma lo sono sul serio, di far parte di questo team come sono altrettanto felice, ma lo sono sul serio, di essere parte attiva in questo progetto. Stiamo lavorando tanto, sodo e ci crediamo, tutti. Questa foto mi piace moltissim…

Serendipity

Immagine
Ti è mai successo di sentirti altrove  I piedi fermi a terra e l’anima leggera andare..