Post

Visualizzazione dei post da 2014

2014

Immagine
[on the air: estranged - guns]
TRE PAROLE CHIAVE: FATICA Di testa, di fisico, di rapporti. TRAGUARDI Insperati, prestigiosi, impegnativi. INTENSITA' Non ricordo un anno così pieno di cose, avvenimenti, persone, impegni, emozioni.
GLI AVVENIMENTI EPOCALI: La fine della mia carriera cestistica (e la particamente nulla nostalgia provata dopo trent'anni in cui era stata la cosa più importante); La prima donna della storia del Comune di Cantello ad essere nominata nell'assessorato più incasinato e complesso che esista; I miei primi quarant'anni.
TRE PERSONE IMPORTANTI: Ale; Fratello Ciro; Rouge (nel bene e nel male).
I TRE MOMENTI UNFORGETTABLE: La nostra rielezione (26 Maggio); La festa per i miei quarant'anni al lago, con la mia famigliona (6 Luglio); Il viaggio in Normandia (21-29 Agosto).
TRE CANZONI: Estranged (Guns 'n Roses); Logico # 21 (Cesare); Magnifico (Fedez feat. F. Michielin).
Rileggo la Moleskine e non mi sembra davvero possibile di aver fatto tutte queste cose.  Bello. Fatic…

Magnifico

Immagine
Dovessi incontrare per strada sto Fedez, penso che una scarpata proprio non gliela leverei. E gli direi anche che ha una gran faccia da stronzo. Però, questa sua canzone, è tra quelle che preferisco degli ultimi mesi. L'altro giorno stavo distrattamente guardando radioitaliatv e parte questo video. Ooooh che carina, penso. Resto li un attimo e mi dico... Ma io sta scena l'ho già vista...  Vabbhè, per farla breve, la terza o quarta macchina che passa alla loro sinistra, sono io!  Avevo in realtà pensato ad una cosa di moda... Dai carina sta cosa! Ah che zona è? Milano, in fondo al vialone, alle loro spalle, c'è la stazione centrale. Mo non chiedete di più, sono pur sempre una ragazza di paese...

Zia

Immagine
"Uno zio è una cosa straordinaria, ha appena quel tanto di autorità per darti sicurezza ma senza il rapporto tirannico di un padre... Ti sta vicino ma senza l'osmosi di un fratello, è un amico intimo senza essere estraneo al tuo sangue. Uno zio... Sei tu stesso più vecchio." (Paolo Conte)

PHOTOSUMMARY

Immagine
Ogni volta il Natale mi fa paura, almeno da cinque anni a questa parte. Paura perchè mi sbatte in faccia la mia solitudine, la mia incapacità di aver costruito qualcosa di concreto per me ed il mio futuro, perchè mai come in quel giorno ci si sente maledettamente soli. Poi, immancabilmente, nei giorni successivi, mi volto e riguardo tutto con un sorriso. E l'affetto da cui vengo sepolta allontana tutto, anche i pensieri più brutti. E soprattutto, la cosa più bella ed importante di tutte, è che quest'anno per la prima volta dal 2009, il giorno di Natale non ho pianto. NON HO PIANTO. Che grande conquista.

Natale 2014

[on the air: i do, i do, i do - abba]

Ma è veramente la Viglia? O la Vigiglia come ho visto scritto stamattina appena aperti gli occhi su faccialibro? Si, è decisamente la Vigilia (o Vigiglia, come dir si voglia...).
Se avessi immaginato che diventare grandi equivaleva a perdere la magia di un giorno dolce e carico di attesa come questo, smettevo di crescere e mi facevo mettere in freezer a 20 anni. Sigh.
E' da quando mi sono svegliata che mi sto impegnando, ma facendo tra l'altro uno sforzo disumano, a spogliarmi almeno oggi, almeno per qualche ora, di tutte le tensioni e le negatività che mi hanno oppressa e che mi hanno privata del sonno in questi ultimi quindici giorni. Dai basta, basta per favore. Mollatemi tutti quanti.
Almeno oggi, almeno domani e che il ventisei, la giornata più bella e faticosa dell'anno, sia quello che deve essere: Un bellissimo regalo per me e la mia famigliona.
Arrivo sempre nelle ore immediatamente prima del Natale veramente a pezzi ma questo, forse…

"Hai amato la terra e l'hai servita, ma sapevi di cielo"

Nonna Carla, quanto bene che ti voglio.
Quanto bene ho fatto a fermarmi stamattina per farti gli auguri di Buon Natale e per abbracciarti fortissimo. Quando sono gli altri, a parlare della mia Mamma, di quello che ha lasciato nei loro cuori, mi rendo conto che ogni singolo battito del mio cuore è per Lei e grazie a Lei. Ma questa mattina, Nonna Carla, sei stata tu a travolgermi e non il contrario.
Sono già passati cinque, lunghissimi, interminabili, intesissimi anni da quando la Rosi ci ha lasciati, eppure vedere uscire dalle persone che l'hanno conosciuta ancora tutto questo affetto, se da un lato mi rende orgogliosa di avere avuto una Mamma così amata, dall'altro mi provoca un senso di nostalgia così forte da farmi sentire male al cuore.
Parole meravigliose, cui come mio solito non ho saputo rispondere perchè impietrita dall'imbarazzo, dal non sapere cosa e come fare per paura di rovinare un momento così bello. Ma mi sono arrivate tutte, una dopo l'altra, come una raffica…

"Riempite gli occhi di posti meravigliosi"

Immagine
... e io lo so che tu da qualche parte ti riveli che non sei solamente chiuso dietro ai cieli
e nelle rappresentazioni umane di te a volte io ti vedo in tutto quello che c'è
e giro per il mondo tra i miei alti e bassi e come pollicino lascio indietro dei sassi sui miei passi
per non dimenticare la strada  che ho percorso fino ad arrivare qua...
[Jova]

Lightness

L'oroscopo di Rob Brezsny. 
Compiti per tutti.  Qual è il sentimento che desideri provare più di qualsiasi altro nel 2015?
 - L E G G E R E Z Z A -
... Di testa, prima di tutto. ... Di cuore. ... Di quotidiano. ... Di rapporti. ... Di Vita.
Perchè credo sia ora che io possa finalmente sedermi sulla riva del fiume a riposare senza essere perennemente in mezzo alle rapide col materassino da 5 € mezzo sgonfio.
Cazzo.

16 anni

"Garlasco, Stasi condannato a 16 anni".
E' vero. Ha ragione Maurino quando dice che "16 anni per un omicidio di questo tipo sono la tipica condanna "all'italiana": siccome non siamo sicuri tu sia innocente ti condanniamo, però non tanto.
Verissimo. Però.
Riguardo a questa vicenda, ho sempre pensato che il ragioner Filini dei giorni nostri, con sta faccia di plastica refrattaria ad ogni emozione, avesse solo avuto un gran culo.
La fortuna di essersi imbattuto in investigatori impreparati, incapaci di fare bene ed a fondo il loro lavoro, di trovare la più ovvia e scontata prova che lo inchiodasse alle sue responsabilità, di essere riuscito a sfangarla per tutto questo tempo.
Giustizia non credo sia stata fatta, perchè il ricorso in appello, già annunciato, tirerà fuori un altro cinema, magari nuovamente a favore del ragionierino e quelle due brave persone che non hanno più una figlia per colpa di questo inetto, dovranno ricominciare tutto daccapo, dovra…

Cantelbury's dinner 2014

Immagine
Riassunto della serata:
"Hai fame?" "Mah, neanche più di tanto"; "Piter, ti sei ricordato i sigari?"; La lingua tedesca e le sue declinazioni; Il risotto al castelmagno, un elemento che ormai si ripropone nelle situazioni migliori. Come la peperonata. I Finger Brothers; Uozzapp ed i suoi deliri; I bicchieri da rubare; I selfie, questi sconosciuti; Il Simone; "Si ma che faccia avevi?" "La faccia era il problema minore..."; L'assoluta convinzione che per qualche strano motivo - che mi non sono ancora riuscita a spiegare -  io riesca immancabilmente a tirare fuori il peggio (o il meglio, dipende dai punti di vista) delle persone, anche le più insospettabili. La consapevolezza dell'ottima riuscita di una serata racchiusa nel continuare a ridere di episodi, battute e situazioni nel lettone prima di addormentarmi, la mattina appena sveglia, sotto la doccia, in macchina, in ufficio... E non avere ancora smesso; La vana speranza che una misera docc…

Io ci Fono :)

Immagine
[on the air: sabato - jova]


Daje Lore! Stadio San Siro 26 giugno, Chia&Elle presenti! Che bellochebellochebellooooooooooo! Non vedo l'ora. Jova dal vivo mi fa impazzire. Spero sia una belliffima festa come quella dell'anno scorso, mi ero divertita da matti. Carina la nuova canzone, l'ho ascoltata in anteprima stamattina su spotify. Ci piace!  La devo imparare a memoria per il concertone.  A presto Lorenzino :)
Sincronizziamo i cuori sullo stesso bpm Silenzia il cellulare che non ti serve a niente
A meno che non ti serva fare una fotografia
Di noi che ci abbracciamo forte  e poi decolliamo via...

Briefing

Immagine

Posizioni

Immagine
[on the air: la fiera dei sogni - cesarello]

... Hai presente quando sai già perfettamente che dovrai dormire in un posto scomodo, chessò in una canadese piantata in mezzo ad un ghiaione, tra i sedili del treno incastrati come un tetris, sull'asciugamano in mezzo ad un prato  alla ventiquattrore di MTB... Ecco.
Sai perfettamente che quella che ti aspetta non sarà affatto una notte semplice, però ci sei, e indietro non puoi più tornare. Non vuoi, tornare. E di alternative, non ne hai, almeno per il momento.
Quindi, cosa ti resta da fare: rigirarti come una salamella fino a quando non trovi la posizione giusta. Se la trovi, dormi come un pupo coi pugnetti chiusi. Se disgraziatamente avviene il contrario, non solo la notte sarà difficile per il sasso che ti punta sulla chiappa e che ti farà venire un livido grosso come una noce di cocco, per la puzza dei sedili o per la puzzetta del tuo vicino, per l'umidità e le zanze che ti morsicheranno ovunque e ti faranno somigliare ad uno col …

Io (e i miei piedoni)

[on the air: http://27esimaora.corriere.it/articolo/lorgoglio-di-avere-i-piedi-grandi-anzi-enormi/]
L’orgoglio di avere i piedi grandi (anzi, enormi) di Roberta Scorranese
La ricercatrice olandese Mineke Schipper insegna studi interculturali letterari all’università di Leida. Nel 2004 ha scritto un libro, dal titolo Never Marry a Woman with Big Feet, Mai sposare una donna con piedi grandi. Un libro che le è costato quindici anni di lavoro, nei quali ha analizzato migliaia di proverbi sulle donne, dei detti da tutto il mondo. Il titolo nasce da una costante che si riscontra da est a ovest, dall’estremo Oriente all’Africa Centrale:
mai sposare una donna che corre più veloce, capace di viaggiare, che guadagna di più. Una donna, insomma che ha i piedi più grandi.
Ecco allora che il nuovo libro di Schipper, tradotto da Ponte alle Grazie con il titolo Meglio zitella che mal maritata. Le donne nei proverbi di tutto il mondo (pagine 141, 12 euro, traduzione italiana di Laura Berna) è intriso propr…

Magic in the moonlight

Immagine
Woody, stavolta ti devo fare i miei complimenti. Se siete amanti di questo strepitoso regista, davvero non perdetevelo. Credo sia il film, da match point in avanti, che mi sia piaciuto più in assoluto. Godibilissimo, ben fatto, inquadrature proprio sue che adoro, trama originale anche se con un finale abbastanza scontato, ma che tutto sommato ci sta. Era da parecchio che non me ne uscivo dal multisala così soddisfatta!
Poi, diciamo che una grossa mano l'ha messa Colin.
Colin Firth mi piace ma matti, ma da matti proprio. Mi piace perchè è elegante: Elegante quando parla, quando si muove, ha un'andatura che solo quella, di suo, sprizza signorilità da ogni poro. E poi ha una cosa, un particolare, anzi IL particolare, che in uomo mi fa letteralmente impazzire: le fossette. Meraviglia! Andrei a rivederlo solo per poter assistere di nuovo al dialogo sull'altalena, in cui Colin-Stanley chiede ad Emma-Sophie di sposarlo. Bellissima. Quella vale da sola il prezzo del biglietto.
Bravo Woody,…

The love trattino story

Immagine
[on the air: magnifico - fedez feat. f. michielin]




Esattamente.

Ma cos'è sta roba?

Immagine
Ma brutto antipatico, ma si va via in questa maniera?  Ma son cose da fare?
Oddio, Zanfo, non è che io e te ci si sia sempre amati un granchè, ma ti posso assicurare che il culo a strisce che mi hai fatto venire nel mio unico anno in serie A, mi sia servito più di quanto tu possa immaginare. Non ho mai avuto l'occasione di dirtelo, ma alla fine sei stato uno dei tanti contribuenti alla "crescita" delle palle cubitali che mi ritrovo e che hanno fatto si che trovassi la forza di rialzarmi dopo ogni caduta.
Non posso credere che un combattente cazzuto e orgoglioso come te si sia arreso. Non riesco nemmeno ad immaginarlo. E sinceramente, mi spiace da morire.
Ciao Zanfo, buon viaggio. Salutameli tutti.

Due punti, aperte le virgolette

Le distanze pesano.
Quelle mentali intendo.
Le altre non contano.
A due anime vicine puoi mettergli contro centinaia di chilometri,
Se ne fregano,
vanno avanti senza precludersi nuove sensazioni.
Una bella sensazione
è tutte le volte che ti sento,
è come se fosse sempre la prima volta,
unica.
E poi arriva quel giorno dove la distanza mentale
la senti sempre più forte...
Ma nello stesso tempo distante...
E poi...
(E poi quelle come me le torni a cercare quando omai è troppo tardi.
Perchè starci insieme è troppo difficile.
Ma stare senza è impossibile.)
(Alda Merini)

Sick :(

Da cinque anni a questa parte, quando mi ammalo - niente di che è, solita robaccia della gola che mi trascino da quando sono in grado di intendere e di volere - c'è una sola cosa che mi fa stare peggio del malessere fisico:
Non avere vicina la mia Mamma che mi guarisce solo con la forza delle coccole e delle carezze.
Questo, veramente, mi devasta. E mi fa sentire triste da morire, E mi fa salire la nostalgia e mi fa scendere i lacrimoni.
Alla mancanza della Mamma, non ci sia abitua mai. Ma mai mai mai. Oh Rosi, che noia vivere senza di te.

89

Immagine
Rendi, o Signore la nostra vita feconda di bene per noi,  per i nostri cari, per gli ammalati,  sostienici nel sacrificio, perché sia sempre  generoso, umile e silenzioso.
[Papa Giovanni XXIII, Preghiera del Donatore di Sangue]
Ho sempre pensato che lasciare un segno del proprio passaggio, del proprio esistere, dell'esserci stato poco o tanto che sia su questa terra, fosse davvero aver dato un senso a tutto, al dono della vita in ogni sua forma.
Mio Papà e Cicciuzzo, incarnano in maniera splendida questo mio pensiero.
Incredibili.

Il primo ha certamente avuto più tempo a disposizione, ma quanto di bello ed importante abbia costruito per il nostro amatissimo paese, è segno ineluttabile di un senso civico immenso e di passione, quella che gli è sempre bruciata dentro, quella che l'ha fatto scontrare ed amare in maniera esagerata, il bianco e il nero, tutto o niente, con o contro. Mi ricorda qualcuno...
Io non capivo, non accettavo, non mi piaceva, consideravo le sue cose inutili perdite …

It's true! :)

Oh, chi siano sti due, io davvero non ne ho idea. Però, quello che dice lei, lo capisco perfettamente! Ah, l'amour! :) [www.vanityfair.it]
«Troppo bello». Sofia Vergara racconta che all'inizio del collega (e ora fidanzato) Joe Manganiello non ne voleva sapere. «Lo avevo visto da lontano ad alcuni eventi. Pensavo che fosse molto bello, ma non ero interessata. Lo era troppo», ha raccontato all'Ellen DeGeneres Show. E, quando le hanno chiesto se davvero esiste il «troppo» in fatto di bellezza, ha replicato: «Oh, sì, esiste eccome. O almeno così pensavo...». 
Non è la prima volta che Sofia scherza sull'avvenenza «ingombrante» del compagno. Agli Emmy 2014 si era presentata sola, spiegando: «Joe è davvero sensuale, troppo. Ho preferito non portarlo. È troppo sexy, troppo alto, occupa un sacco di spazio. Per questo gli ho detto: "Resta a casa"».
Alla fine, però, l'attrice colombiana ha decisamente cambiato idea: non si può dire di no a uno «troppo bello», e da luglio …

1825

Immagine
Ti voglio tanto bene E ti raggiungerò Con tutta la mia voce  Ascoltami Io canterò per te
Mi sentirai nell’aria Entrare nei tuoi occhi Sola nell’anima
1825 giorni senza di te.  Ciao Mamma, Amore della mia vita.

Stasera mi butto 2014

Immagine
[on the air: 50 special - cesarello]



Di solito, canto decisamente meglio. Ma tra l'emozione, tra il balletto, tra il caldo, tra la maglia da vespa, tra le antennine... Che numeri! Che ridereeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee! Mi sono divertita tantissimo, Ci siamo divertiti tantissimo. Questo, conta più di ogni altra cosa!  Grazie a tutti, LOVE U!

Finally

"Sembra facile,  invece non lo è quasi mai  chiudi gli occhi se ami davvero  non ti dirò segui il sentiero  sarò, io sarò, luce nel cielo  quando penserai: “io non ci vedo”  non lo perderai l'amore vero. 
Lo canterai, lo scalderai  dal freddo e il gelo  e lotterai, sì lotterai  perchè sia vero."
E' un'altalena di sentimenti contrastanti di un'intensità mai provata in vita mia. E' faticoso, difficile ed estremamente emozionante. Però ci sono. Ci siamo. Finalmente. Grazie.

Chiudiamo il cerchio :)

Contento lei... Allora sarà stato entusiasta di quando Chiara Catella, la grande varesina, scrisse sul suo blog che voleva tirarle una craniata per cose scritte qui sul forum. [http://basket.forumfree.it/?t=2237538&st=39015#entry564899654]
"Esatto, fu l'occasione di conoscersi, e almeno in parte apprezzarsi, anche se la distanza geografica mi ha consentito di vederla giocare solo di rado. Ma lei era un vulcano in perenne eruzione, un caso estremo. L'ideale è una giocatrice di passione e carattere, positiva il 90% del tempo ma con quel 10% di negatività e incazzosità che rende più completa una persona. Dice Meurfucio: non abbiate paura dei sentimenti negativi; in qualche modo vi daranno la forza per esprimere meglio quelli positivi".

Collochiamo nel posto giusto questa parte di intervista che mi riguarda e, in qualche modo, chiudiamo il cerchio. Ma se ripenso a quanto mi ero incazzata... Diciamo che quell'episodio fu la chiara dimostrazione che non tutti gli err…

Cesare # (2)1

Immagine
[on the air: logico#21 - c. cremonini]


Non succede quasi mai a due come noi  di credere che sia possibile trovare  Un complice in questo disordine  Tracciare un’orbita nell’atmosfera 
Amore mio la logica non è sincera  Siamo molecole oltre le nuvole  Corsie chilometriche  Raggi di luce,  di bombe atomiche pronte ad esplodere
Ma quanto mi piacciono i concerti del Cesare... Dal vivo, dopo il Maestro Franco e Lorenfo, è uno di quelli che più adoro in assoluto. Coinvolgente, bravissimo pianista, trasmette tanta energia bella e positiva. Adoro uscire dai concerti mezza sorda, sudata come dopo un paio di partite, afona e con quintali di adrenalina da smaltire! Grazie Ce, per le emozioni di cui mi sommergi! E comunque, come sempre faccio, riflettevo su quante cose siano cambiate dal concerto di due anni fa; stesso posto, stesso cantante, ma il cuore rivoltato come un calzino. Uscivo da una rottura affettiva che mi aveva disintegrata, iniziavo un rapporto che mai avrei immaginato potesse poi diventare …

Cresciamo un pò? Si?

Io la devo smettere, ma proprio smettere, ma lo devo assolutamente fare per la mia igiene mentale e psicologica, di aspettarmi che gli altri si comportino con me come io faccio con loro.
Compitino per i prossimi quarant'anni, ammesso che mi venga concesso tutto questo tempo per restare ancora su questa terra a scassare i marroni a quanti abbiano la disgrazia di avere a che fare con me, sarà quello di imparare a farlo, visto che per i primi quaranta questo mio modo di fare e di pensare più che casini e giramenti di balle non mi ha regalato.
Cià, sarà meglio alzare i tacchi e andare al Forum al concerto del Cesare. Mi ci vuole proprio.
SGRUNT.

Due

Immagine
[on the air: eternità - ornellona vanoni]


"... Eternità spalanca le tue braccia Io sono qua accanto alla felicità che dorme e lui vivrò e quando avrà bisogno io ci sarò per asciugare le sue lacrime
Resta qui primo fiore dell'eternità dopo aver amato te sul soffito passa un angelo per me..."

Ma che bellooooo!

[on the air: she's a rainbow - rolling stones]


Serate come quella di ieri, sono la perfetta dimostrazione di quanto abbia seminato bene e del bene, durante i miei anni bisuschiesi.
Alcune volte consapevolmente, altre meno. Ci ho sbattuto molte volte la faccia, ho fatto fatica - tanta - e vissuto situazioni che spesso mi hanno fatto soffrire. Ma quello che da due anni a questa parte mi sta tornando, in termini di affetto e stima è incredibile. Anche perchè ormai nessuno ha più bisogno di me. Nel senso: Non essendo più il tecnico comunale, non serve più che le attenzioni nei miei confronti siano di "interesse" o con secondi fini. Ciò che ricevo in dono è assolutamente tutto gratuito. E mi spiazza, ma sul serio. Non avrei mai pensato che tutto questo mi facesse così tanto piacere nè, tanto meno, che a legarmi umanamente a quel posto che in alcuni frangenti ho detestato, restasse un filo così robusto ed emozionante.
Ogni volta che percorro quella discesa, che sia estate dopo il…

Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto...

Immagine
[on the air: vita - l. dalla g. morandi]


"... Ti prego non dimenticare mai quelle 4 mani scaldate da un paio di guanti e da un sentimento d'Amicizia che iniziava a crescere, ti prego non dimenticare mai quelle dediche sui diari di 2 adolescenti, o quei "viaggi" col ciaino nelle albe fredde e umide della notti che lasciavano posto alle giornate a scuola, o quelle chiacchierate nei letti della tua stanza fino all'alba, o quella complicità nel cercare di evitare i tuffi nelle ore di educazione fisica in piscina... tutto aveva una magia che ancora oggi fa sì che con cuore sincero possa dirti che ti voglio bene ed è pensando a te che trovo la più corretta definizione di AMICIZIA." [11 Ottobre 2010]
No, non potrei mai farlo. Dimenticare (o meglio, non ricordare nemmeno) il motivo di un litigio, quello si... Ma è stato meglio così, sicuro.

La costruzione del mio amore mi piace guardarla salire come un grattacielo di cento piani o come un girasole

[on the air: la costruzione di un amore - i. fossati]


La costruzione di un amore  spezza le vene delle mani  mescola il sangue col sudore  se te ne rimane 
La costruzione di un amore  non ripaga del dolore  è come un'altare di sabbia  in riva al mare 
La costruzione del mio amore  mi piace guardarla salire  come un grattacielo di cento piani  o come un girasole 
Ed io ci metto l'esperienza  come su un albero di Natale  come un regalo ad una sposa  un qualcosa che sta lí  e che non fa male 
E ad ogni piano c'è un sorriso  per ogni inverno da passare  ad ogni piano un Paradiso  da consumare 
Dietro una porta un po' d'amore  per quando non ci sarà tempo di fare l'amore  per quando vorrai buttare via  la mia sola fotografia 
E intanto guardo questo amore  che si fa piú vicino al cielo  come se dopo tanto amore  bastasse ancora il cielo 
E sono qui  e mi meraviglia  tanto da mordermi le braccia,  ma no, son proprio io  lo specchio ha la mia faccia 
Sono io che guardo questo amore  che si fa più vicino…