Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2012

In effetti...

[on the air: natura umana - g. grignani]
In questo mese rischiate, a partire dal giorno 8, di sentirvi poco compresi e tutto sommato al di fuori di tutto e tutti e non saranno rari i momenti in cui drammatizzerete questa sensazione fino al punto di mettervi voi stessi in una situazione di chiusura verso il mondo che vi porterà a fare pensieri torvi e cupi del tutto immotivati, spesso solo frutto della vostra fervida immaginazione. Certo in amore non potete dirvi in questo momento particolarmente fortunati, nel senso che non avete il mondo ai vostri piedi, ma neppure potete affermare, in piena onestà, che le cose vanno poi così male. Sicuramente manca il romanticismo, la magia di certi momenti di totale afflato col partner, ma probabilmente è necessario capire cosa davvero desiderate in campo affettivo, cos’è che vi dà piacere e sincera soddisfazione e vi accorgerete che lo starvene un po’ da soli è ciò che desiderate più di ogni altra cosa perché state ritrovando voi stessi, cosa che ne…

Can't stop!

Immagine
[on the air: can't stop - RHCP]


Ma tipo che...

[on the air:  - ]

... stamattina mi arriva una mail pubblicitaria, dal corriere della sera, in cui si parla di una raccolta di poesie e, sempre per il famoso discorso delle cose proprio carine che mi capitano ultimamente, vi trovo riportato questo componimento che trovo molto bello!  Siediti. Banchetta con la tua vita trovo sia spettacolare.
L'AMORE DOPO L'AMORE

VERRA' IL MOMENTO IN CUI, CON GIOIA SALUTERAI TE STESSO MENTRE ARRIVI ALLA TUA PORTA, NEL TUO SPECCHIO, E OGNUNO SORRIDERA' AL BENVENUTO DELL'ALTRO,
DICENDO: SIEDITI QUI, MANGIA. AMERAI DI NUOVO L'ESTRANEO CHE ERA TE. OFFRI VINO. OFFRI PANE. RENDI IL CUORE A SE STESSO, ALL'ESTRANEO CHE TI HA AMATO
PER TUTTA LA VITA, CHE HAI IGNORATO PER UN ALTRO, CHE TI CONOSCE A MEMORIA. TOGLI LE LETTERE D'AMORE DALLO SCAFFALE DEI LIBRI,
LE FOTO, GLI APPUNTI DISPERATI, SBUCCIA LA TUA IMMAGINE DALLO SPECCHIO. SIEDITI. BANCHETTA CON LA TUA VITA.
(Nelle vene del Mare - Derek Walcott)

Ebbastaaaaaaaaa

[on the air: spirito - litfiba]


Ma brutto Terremoto dei miei... hai finito di rompere le balle???? Ma tu ce l'hai un'idea di quanto mi fai incazzare quando ti manifesti e me la fai fare sotto dalla paura che possa capitare qualcosa alla mia casina con tutta la fatica che ho fatto a tirarla insiemeeeeeeeeeeeeeeeeeeee?????????????????? Che fastidio. T I O D I O.
Ma ecco un sunto delle condivisioni terremotate tra me ed e miei amici: E.: "Sentito La scossa? Qui per bene, mi tremano ancora le gambe Sono uscita senza giacca E un mio caro collega mi ha detto che rischiavo così di morire di freddo… Che brutta sensazione" [che brutta sensazione morire di freddo o il terremoto?] G.: Io ero seduta e avevo vicino una mia collega e pensavo : … ma che stordita che mi fa ballare la sedia…Lei pensava altrettanto di me, poi ci siamo guardate in faccia e abbiamo capito che era qualcosa d’altro. Allora siamo scese a spostare la macchina, cosi’ se non verranno sommerse dai calcinacci, finiranno …

I love peanuts!

Immagine

Sottoscrivo ogni parola

[on the air: le tue parole fanno male - f. mannoia]


Le tue parole fanno male,  sono pungenti come spine,  sono taglienti come lame affilate e messe in bocca alle bambine,  possono far male, possono ferire, farmi ragionare sì. ma non capire, non capire!  Le tue ragioni fanno male, come sei bravo tu a colpire!  Quante parole sai trovare, mentre io non so che dire... 
Le tue parole sono mine,  le sento esplodere in cortile,  al posto delle margherite, ora ci sono cariche esplosive!  Due lunghe e romantiche vite divise...  ...da queste rime. 
Le tue labbra stanno male, lo so,  non hanno labbra da mangiare,  oh ma la fame d'amore la si può curare, dannazione! Con le parole, sì, che fanno male, fanno sanguinare, ma non morire! 
Ah!Le tue parole sono mine,  le sento esplodere in cortile,  al posto delle margherite, ora  ci sono cariche esplosive!  Due lunghe e romantiche vite  due lunghe e romantiche vite!  Due lunghe e romantiche  vite divise...  dalle parole!

Di nuovo

[on the air: turnig tables - adele]
... e di nuovo... la GRANDE DELUSIONE lascerà poi spazio alla RABBIA e poi al DISPIACERE e poi alla DISILLUSIONE e poi AL GRANDISSIMO GIRAMENTO DI BALLE e poi all'ALLONTANAMENTO e poi all'INDIFFERENZA e poi tutto TORNERA' COME PRIMA e poi, forse, A QUALCUNO O QUALCOSA che sia in grado di scaldarmi il cuore per come merito e desidero. FINALMENTE. Il tutto per quello strano istinto che si è prepotentemente impossessato di me e che mi porta ad infilarmi nelle situazioni quanto più complicate possibile. Peggio, decisamente, rispetto a quanto sia mai stata in grado di fare sino ad ora. Il che è tutto dire. E' questo, che mi preoccupa. E tanto, anche. Next time I'll be braver
I'll be my own savior
When the thunder calls for me
Next time I'll be braver
I'll be my own savior
Standing on my own two feet
I won't let you close enough to hurt me, no
I won't ask you, you to just desert me
I can't give you, what you t…

Ma guarda un pò...

Immagine
Sono felice come un pupo per questo riconoscimento! Ma davvero! Che belle cose... A dire il vero, pure io non mi capacito di come faccia a fare ancora certe cose in campo... Giochi come i maschi, è uno dei complimenti in assoluto più belli che mi siano mai stati fatti. Fossi sul palco del Kodak Theatre di Hollywood, con la mia bella statuetta in mano, oltre a piangere come un vitello, dedicherei questo premio (ovviamente ai miei tre super tifosi che con me lottano, gioiscono, sudano, soffrono, si divertono come matti), a me stessa ed alla mia squadra -dalla prima all'ultima persona- che mi ha permesso di tornare ad amare questo sport dopo che certa gentaglia era riuscita nell'intento di farmelo detestare. Se gioco bene, ma se soprattutto mi DIVERTO ancora un sacco, il merito è tutto ed esclusivamente loro. GRAZIE, MA TANTISSIMO!  Vi adoro <3

Senza parole (che è meglio)

Immagine

Vita, dammi un attimo tregua!

Immagine
[on the air:  - ]


Il rientro in ufficio, dopo qualche giorno di ferie, si sa, non è mai una passeggiata di salute. E va bhè. In un posto come il mio, in cui comunque non si "chiude" mai, il ritorno è come la scatola di cioccolatini di forrest gump, non sai mai quello che ti capita. Probabilmente sto giro mi è toccata la scatola col cioccolatino col cagnotto, sicuro. In 13 anni di onorato servizio non ho ricordo di una settimana così delirante! miiiiiiiiiiiiiiiiiiinchicheccasino! Diciamo che, una giornatina come quella di martedì e una serata come quella di ieri, certo non hanno decisamente aiutato. Oggi sono in uno stato di semi incoscienza fluttuante, nonostante sfoggi la mia proverbiale faccia da culo, sorriso smagliante e presenza mentale. AHAHHAAHHAHAHAHAHAHA grasse risate. Stasera poi, fantastica partita contro la prima in classifica che ne ha dati venti a quella che a noi ne ha dati venti. Mi vien da piangere!!!!!! Comunque una sana e consapevole sudata, non potrà che farm…

Regalo bellissimo

Immagine
Durante uno dei frequenti pranzi a casa di mio fratello Lorenzo, uno dei migliori cuochi che abbia mai conosciuto, mi sono inaspettatamente imbattuta in un quadro, appeso, in cui era incorniciata questa poesia, scritta da un suo amico, il giorno dopo la scomparsa della mia mamma. Non riesco a non commuovermi ogni volta in cui la leggo, per la delicatezza, il rispetto e l'affetto profondo che trasmettono le sue parole. Perchè in quasi due anni e mezzo durante i quali non ho più la Rosi accanto a me, non ho ancora trovato una persona che non ne abbia parlato con amore e nostalgia. Ieri riflettevo su quanto di buono abbia seminato durante la sua vita, pur non facendo nulla di straordinario, se non quello di essere la nostra straordinaria mamma. Ti amo tanto Mammina mia e anche se mi manchi sempresempresempre quando ti penso, sono davvero orgogliosa di essere tua figlia.

I piaceri della vita

[on the air: le tue parole fanno male - f. mannoia]


Uno dei piaceri della vita è sorseggiare l'ennesimo (il terzo forse, adesso non ricordo... ahem) bicchiere di montenegro dopo pranzo, in una giornata di gennaio che somiglia più ad una di aprile, seduta, in veranda, con il vetro spalancato, un grandissimo amico e un'atmosfera intrisa di affetto, voglia di raccontarsi e complicità.
Uno dei piaceri della vita è riuscire a vivere una situazione che hai sempre sperato potesse realizzarsi, accorgersi che in realtà sia molto più bella di quanto tu te la sia immaginata [sognata] con quello strano meccanismo tale per cui da una persona così, non ti vorresti staccare mai. Ma proprio mai.
Uno dei piaceri della vita è avere la fortuna, la fottutissima fortuna, di poter vivere momenti del genere, di saperli assaporare nella loro unicità, di arrivare a sera devastata crollando sfinita dal prosecco, dal montenegro, dalle parole, dalla vita.  Con tutto il salame che ho ingoiato ieri (che detto …

2+0+1+2

[on the air: io non ho paura - f. mannoia]


EPPI NIU' IEAR BABY! Auguri, buon anno davvero di cuore! Ripensavo ai vari capodanni ed all'anno che ne è seguito... devo dire che a notti dell'ultimo strepitose sono seguiti anni relativamente sfigati o difficili e viceversa. Per esempio il capodanno del 2008 è stato uno dei più belli della mia vita cui è seguito un anno devastante. Ma vabbhè. Son cose. Quello di quest'anno è stato strano (eufemismo) da un lato ed estremamente sereno dall'altro. Diciamo che ha rispecchiato in pieno l'andazzo dell'ultimo mese del 2011, stracolmo di situazioni contraddittorie  le une agli estremi delle altre. Tuttavia per una volta, devo dire di non essere poi così felice che questo anno si sia concluso. Sicuramente resterà nei ricordi della mia vita come quello della svolta. Se ripenso alle cose che ho affrontato mi viene in mente una parola sola: CONCRETEZZA. Per usare una metafora: DUE PALLE COSI'. (nel senso letterale del termine…