Post

Visualizzazione dei post da 2009

Tutta per te, mammina mia

[on the air: rondine al nido - luciano pavarotti]

Sotto la gronda della torre antica una rondine amica allo sbocciar del mandorlo è tornata. Ritorna tutti gli anni sempre alla stessa data monti e mari che scavarca per tornar. Vola rondine quando fugge va lontano sper'invano ma non torna più sper'invano ma non torna più Nella penombra dolce della sera passa la primaneva cinguettano le rondini nel volo febbre di luce ed aria ed io son triste e solo monti e mari tu non parti per tornar. Mia piccina fosti tutta la mia vita sei fuggita ma non torni più sei fuggita ma non torni più

A saperlo prima...

Questi sono i miei sogni più ricorrenti dell'ultimo periodo...

TERREMOTO
e’ in atto una situazione di cambiamento psicologico nei sentimenti più profondi – possono emergere emozioni incontenibili o azione laceranti ma anche rigeneranti, dei propri sentimenti
è possibile che si verifichi un repentino e brusco cambiamento, dal bene al male, o viceversa nelle proprie situazioni, sia sul piano affettivo, che materiale.


(cazzo. il terremoto l'ho sognato per tutto il mese di ottobre in pratica...)

FRATELLI
proiezione psicologica di se stessi – valutazione di se come alter ego
mutuo scambio di beni materiali o affettivi, che possono regolare i rapporti.

FORBICI
repressione di istinti aggressivi sarà necessario operare un cambiamento drastico, anche se doloroso, ciò può riguardare direttamente il sognatore ma, anche i suoi rapporti con gli altri(è verso chi le usavo... che mi ha colpita. ed un certo senso fatto ridere...)FURTO
paura di incomprensioni o non sentirsi accettati
si è seriamente in p…

Un conto...

è...
iniziare il "solito" pranzo
del "solito" santo stefano
con la "solita" famiglia così...
AUGURIIIIIIIIIIIIIIII!!!! MAMMA FAI GIRARE I PIATTI! FRA COME CAZZO HAI ACCESO IL CAMINO CHE FA FUMO?!?!?!?!?! CHE BUONAAAAAA L'ANGUILLA IN CARPIONE MAMMA! FRA BASTA BERE MADONNA SANTA... CHI E' CHE HA RUTTATO!!! MAMMA GIURO CHE NON SONO STATA IO!!!! FRA CHIUDI QUELLA FINESTRA CHE SI MUORE DI FREDDO! MA CHI E' CHE SI E' MANGIATO TUTTO IL PANE!!! MA CHI E' CHE RUSSA COSI' FORTE?!?! è... iniziare il "solito" pranzo
del "solito" santo stefano
con la "solita" famiglia così...
L'ETERNO RIPOSO, DONA LORO SIGNORE E SPLENDA AD ESSI LA LUCE PERPETUA RIPOSINO IN PACE. AMEN.

poi, per fortuna, ci sono dei regali che nessuno può comprare nè regalare. che però sono un privilegio che non tutti si possono permettere. ma quei pochi, sono davvero persone speciali.

comunque... fuori uno... sopravvissuta decentemente dai. mettiamola così. anche…

Auguri A VOI

Immagine
[on the air: Last Christmas - wham!]

Auguri a VOI che possiate vivere queste feste il più intensamente e serenamente possibile AUGURI alle persone che: in questi 240 giorni da incubo non mi hanno mai lasciata sola un attimo; in questi ultimi 46 giorni mi hanno dimostrato tutto il loro affetto e la loro vicinanza; sono riuscite a strapparmi un sorriso e, a volte, a farmi stare bene; mi hanno abbracciata ed hanno pianto con me; mi hanno pensata e portata nel cuore; mi hanno regalato i loro pensieri e le proprie emozioni; hanno cercato in tutti i modi di non lasciarmi affondare; mi hanno donato la loro amicizia; si son fatte due palle così ascoltando le mie menate e mi hanno sopportata... GRAZIE davvero e di cuore per tutto questo.Nessun Natale, nessun Santo Stefano (giorno in cui di rito tutta la mia famiglia si riunisce), nessun capodanno sarà mai più bello e sereno come gli anni passati. Nessuno.

Ma purtroppo, visto che sono obbligata, me li vivo con la sola speranza che mi scivolino addosso il più i…

To Chiary, Rosy e Sary

[on the air: invece no - laura pausini]

Forse bastava respirare solo respirare un po’ Fino a riprendersi ogni battito e non cercare l’attimo per andar via Non andare via Perché non può essere abitudine Dicembre senza te Chi resta qui spera l’impossibile Invece no non c’è più tempo per spiegare Per chiedere se ti avevo dato amore Io sono qui… E avrei da dire ancora, ancora... Perché si spezzano tra i denti le cose più importanti Quelle parole Che non osiamo mai E faccio un tuffo nel dolore per farle risalire Riportarle qui… Una per una qui Le senti tu… pesano e si posano per sempre su di noi E se manchi tu Io non so ripeterle Io non riesco a dirle più! Invece no qui piovono i ricordi Ed io farei di più di ammettere che è tardi Come vorrei… Potere parlare ancora, ancora E invece no! Non ho! Più tempo per spiegare Che avevo anch’io, io! Qualcosa da sperare davanti a me Qualcosa da finire insieme a te Forse mi basta respirare solo respirare un po’ Forse è tardi, forse invece no
Immagine

Segni

[on the air: frozen - madonna] Dunque. La mia vita è sempre stata costellata di SEGNI. Destino, fato, casualità. Chiamiamoli come te pare. Ma intanto spesso, anzi spessissimo, ho avuto come degli avvertimenti. (che mai come ultimamente si sono rivelati fondati ed esatti... seppur nella loro parte peggiore). Mi sono sempre successe cose magari al momento pure inspiegabili e che mi facevano incazzare e/o soffrire tantissimo. Ma il cui significato poi si è sempre rivelato; nel bene e nel male. Perdere il concorso a Malnate, l'incidente in moto di questa primavera, gli incontri, le storie finite e quelle mai iniziate, le amicizie perse e quelle ritrovate... un'infinità di episodi veramente. tutto con un senso perfetto e preciso. ma. anzi... maaaaaaaaaaaaaaaaa.... (alla cicciuzzo) da 43 giorni a questa parte sono veramente allibita da ciò che mi capita e dalle situazioni che davvero senza volere sto vivendo. la mia voglia di vivere [sempre malgrado le apparenze] è paragonabile a quella …

Non so voi...

... ma io mi sento TERRIBILMENTE presa per il culo....

Gesù ha detto: "Le mie piaghe sono aperte per la salvezza delle anime..."
Berlusconi ha detto: "Se da quello che è successo deriverà una maggiore consapevolezza della necessità di un linguaggio più pacato e più onesto nella politica italiana, allora questo dolore non sarà stato inutile".

grazie silvio per il tuo sacrificio!!!!!!!!!! lo racconterò ai nipoti dei miei nipoti...

Alla lettura del dispositivo Stasi è scoppiato in lacrime: "Lo sapevo, io non ho ucciso."

ah bhè se lo sapevi tu... osti a garlasco ci sono i fantasmi e nessuno lo sapeva? oppure la chiara ha combinato tutto sto casino da sola?! sarà il nome...

B L E A H
[on the air: fango - jovanotti]

Io lo so che non sono solo anche quando sono solo io lo so che non sono solo io lo so che non sono solo anche quando sono solo le scale da salire sono scivoli, scivoli, scivoli il ghiaccio sulle cose la tele dice che le strade son pericolose ma l'unico pericolo che sento veramente è quello di non riuscire più a sentire niente il profumo dei fiori l'odore della città il suono dei motorini il sapore della pizza le lacrime di una mamma ci si sente soli dalla parte del bersaglio e diventi un appestato quando fai uno sbaglio un cartello di sei metri dice tutto è intorno a te ma ti guardi intorno e invece non c'è niente un mondo vecchio che sta insieme solo grazie a quelli che hanno ancora il coraggio di innamorarsi e una musica che pompa sangue nelle vene e che fa venire voglia di svegliarsi e di alzarsi smettere di lamentarsi che l'unico pericolo che senti veramente è quello di non riuscire più a sentire niente il battito di un cuore dentro al petto la passion…

La verità...

[on the air: ave maria op. 23 no. 2 - F. Mendelssohn] ... è che me la sentivo scivolare via dalle mani, la mia mamma. ho passato mesi, da settembre in poi, ad essere veramente tormentata dalla paura, dall'angoscia, dalla sensazione di tragedia.... è stato terribile. solo che non ne parlavo con nessuno, per il terrore che potesse succedere davvero. tentavo in tutti i modi di non lasciarla scappare ma era come stringere il pugno quando ce l'hai pieno di sabbia. allora un giorno, con mio grandissimo dolore, ho deciso di tenere il palmo ben largo e così ho fatto sino a quando sopra non v'è rimasto l'ultimo granello. l'8 novembre 2009 alle ore 20.15
E' qualche notte che la sogno sempre. Un pò meno serena rispetto ai primi giorni, (ettecredo... con tutto quello che vede e sente...) ma è sempre bellissima. E' che è così ovvio averla a fianco che nel sogno sono sempre tranquillissima. Quando apro gli occhi e mi rendo conto che non lo è più... vabbhè. Lasciamo stare. Comunque ogni n…

Sensazioni

[on the air: un senso - vasco rossi] giorni pieni di parole, di confidenze, di confessioni intime, profonde che aspettavano solo il momento giusto per potere uscire dall'anima. anche se fanno male, tanto. fa male sapere che esiste gente così cattiva... ma fa altrettando bene sapere che al mio fianco, quelle rimaste, sono persone davvero speciali. Grazie ciccia. Anche per l'ora e quaranta di telefonata. vivere situazioni nuove dal punto di vista emotivo. incontrare persone con la tua stessa anima devastata ma che, grazie all'immenso miracolo dell'amicizia, si aggrappano a questa vita con tutta la forza e l'energia di cui sono capaci e rinascono. che belle cose. ho scoperto di avere tre angeli al mio fianco. più quelli in cielo fanno sei. parliamone. grazie fratelli miei, vi adoro in una maniera smisurata. e grazie alla mia mamma che mi parla tramite loro tre. dai diamanti non nasce niente dal letame nascono i fior. orgogliosissima di essere la persona di merda che talun…

Quanto affetto..

Ciao Chiara,
sono Rosetta ho rispettato il tuo dolore ora avrei piacere sapere un pò di
te.
Ti penso sempre, se puoi telefona dalle 18 alle 20 per essere sicura di
trovarmi.
Un grosso abbraccio
Mamma Eta(Biglietto trovato a casa nella cassetta delle lettere. Anni 75, amica di mia mamma)

Che perla di saggezza... ma vera come mai in nessun'altro momento della mia vita

VERRA' UN TEMPO IN CUI CHI CI HA FERITO CI RIMPIANGERA'
E quello sarà il tempo in cui loro piangeranno e noi sorrideremo.
Il lutto
La nostra identità, il nostro sé sono costituiti per una parte importante dalle "introiezioni". Questo significa che ogni persona si porta dentro un partner, dei genitori, dei fratelli, dei figli, degli amici, ma anche un lavoro, un ideale politico o religioso. Le rappresentazioni di queste persone, di queste attività o idee sono parte della persona (per esempio, "sono un'insegnante", "sono figlio di", "sono madre di", "sono un maratoneta", "sono comunista"). Quando accade che si viva una perdita per un rifiuto, una separazione o un lutto, che si perda il lavoro per licenziamento o pensionamento, che ci sia un fallimento personale o il chiudersi di una prospettiva, le persone non sentono solo che si è impoverito l'ambiente circostante, ma anche una parte del loro sé, come se questa parte fosse andata perduta assieme a ciò che le persone amavano e sentivano parte di loro. Ciò che si sente in questi casi è un gra…

Io ve lo dico:

STATE TIRANDO TROPPO LA CORDA.
[on the air: portati via - fabio concato]

e' accaduto cosi' all'improvviso m'ha stordito un dolore cosi' opprimente io non l'ho sentito mai vorrei dormire, cosi' riprendo fiato.

La post@ del cuore II

hai delle persone splendide accanto,ho letto quello che ti ha scritto Elena, è molto affettuosa, carina, matura buona e generosa!ti conosce anche bene, sa quanto tu sia altrettanto buona affettuosa, forte e quanto amore tu abbia nel cuore!già di tuo, quando sei nata eri incline a voler bene, ma sicuramente vedendo quotidianamente dei comportamenti esemplari come quelli della Rosi, di Cicciuzzo, del tuo babbo e dei tuoi fratelli, hanno contribuito a farti diventare la meravigliosa Donna che sei oggi. sì, la tua meraviglia non sta solo negli occhi che ridono (te l'ho sempre detto) ma nel come muovi le mani, nel modo in cui ascolti gli altri, nel modo in cui fai trasparire, pur cercando di nasconderle, le tue fragilità, nel modo in cui ti dedichi alle cose che fai, nelle sfide che affronti, nel tuo cuore immenso, nei sorrisi che regali gratuitamente e nel tuo combattere per la giustizia la lealtà e per i più deboli.
io spero che ogni giorno tu tenga a mente tutte queste cose, anche ne…
gelosìa [ʤelo'zia]
rivalità, invidia che nasce da vere o presunte preferenze;

invìdia [in'vidja]
sentimento di cruccio astioso per qualità o fortune altrui
sentimento misto di ammirazione e di desiderio, la cosa che desta tale sentimento;

fidùcia [fi'duʧa]
sentimento di sicurezza che deriva dal confidare senza riserve in qualcuno o qualcosa;

rancóre [raŋ'kore]
sentimento di odio nascosto; risentimento, malanimo;

fìne ['fine]
punto o momento in cui una cosa cessa di essere, non è più.

Alcune volte...

... mi faccio paura da sola. come me la sentivo questa tragedia... me la sentivo in una maniera che non posso spiegare perchè solo io so cos'ho avuto dentro per due mesi emmezzo... e che avevo paura di rivelare per timore che tutto si avverasse.... ripenso alle sensazioni, alle paure, all'angoscia che da settembre all'8 di novembre mi hanno accompagnata... rileggo le cose che ho scritto (per non parlare delle confidenze fatte alle persone a me più vicine) e resto basita. xchè alla fine, c'è stata gente che pure in un momento di dolore così devastante (ma anche prima devo dire) ha avuto davvero il coraggio di comportarsi ESATTAMENTE come io avevo già previsto. che tristezza.
Venerdì 11 settembre 2009
http://lachiara1974.blogspot.com/2009/09/paura.html
martedì 8 settembre 2009
???!!?!?!?!?!?!?!?
ma!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ogni notte stermino da uno a due componenti della mia famiglia...PARLIAMONE!!!!!!!!!!!!!!!!stanotte è toccato alla rosetta... mah.

http://lachiara1974.blogspot.com…

La post@ del cuore

" Ma poi davanti a una storia del genere, davanti alla tua vita, alla vita di mia zia, di una mia amica e di una persona che ho sempre guardato e che guardo ancora per crescere mi sono domandata sul serio: ma io cosa posso fare? Non lo so, mi sento impotente e invece vorrei stravolgere il mondo intero, scaraventarlo via, vorrei urlare che donna grande sei. Perchè tutto quello che la nonna è, sei tu.

Resta solo una domanda: perchè. Un perchè sincero e per quanto possibile senza rabbia, perchè vorremmo che ci fosse un colpevole, vorremmo accusare qualcuno, perchè sarebbe più facile. E per quanto sia sbagliato e ingiusto tutto questo la nostra rabbia ci fa solo stare peggio.
Se ti conosco bene zia, come tu conosci me che hai saputo senza bisogno di parole fra noi che non penso ad altro che a te ed alla nonna, lo manderai a fanculo prima, ma poi riprenderai a lottare. A me non interessa quando, non voglio dirti delle stronzate, che devi essere forte [o che la vita va avanti lo stesso, …
Immagine

Non aspettavo altro..

Immagine
io gliel'avevo detto. ma un sacco di volte. se ti capita qualcosa e non mi vieni a trovare in sogno ti sfascio la lapide. ti taglio il bonsai. metto la foto della zia angela al posto della tua sulla tomba. grande la mia mammina che mi ascolta, come sempre. con stanotte fanno due volte.

il primo sogno, che non sto qui a descrivere, è però secondo me (anche e soprattutto alla luce degli ultimi episodi che definire vergognosi è dir poco), era troppo realistico e vero nel suo significato. le due persone che (compresa mia sorella e mio fratello lorenzo) le sono state più vicine in assoluto negli ultimi giorni di vita, ovvero io e mio zio (suo fratello) la liberavamo da un pericolo. assieme a lei. è il luogo in cui è avvenuto il tutto che secondo me è emblematico e perfetto nel suo significato: casa mia. la cosa più bella è stato ovviamente rivederla, fare qualcosa con lei come facevamo in ogni istante delle nostre giornate ma soprattutto vederla camminare con passo sicuro e svelto, leggera co…
Questa mattina, quasi appena appoggiate le chiappe sulla famosa sedia verde lega, ho ricevuto codesta telefonata:

Geometra: Buongiorno Chiara, innanzitutto le porgo le mie più sentite condoglianze. Ma sua mamma era malata?

Chiara: No.

Geometra: oh come mi dispiace. senta volevo sapere se domani potevo passare a ritirare il mio permesso di costruire... sa com'è.

NO COMMENT
solo un evento così raro e violento poteva fermare il GRANDE CUORE della mia mamma.


Dissociazione elettromeccanica; significa che il cuore ha ancora una modesta attività elettrica ma non c’è la sistole meccanica che si associa al complesso QRS, cioè c’è attività elettrica cardiaca, ma il cuore è fermo.
http://spazioinwind.libero.it/claudioitaliano/arresto_cardiaco.htm

Complicanze meccaniche: possono dar luogo a shock cardiogeno od insufficienza cardiaca. Vi si annoverano il difetto del setto ventricolare, che complica in genere gli infarti estesi e richiede un intervento d'urgenza; la rottura del muscolo papillare, che complica gli infarti di dimensioni ridotte e richiede a sua volta la chirurgia d'urgenza (l'ecografia rivela un rigurgito mitrale); la rottura di cuore, lungo la parete del ventricolo sinistro, che presenta le caratteristiche cliniche della dissociazione elettromeccanica e causa il 10% dei decessi, specie fra anziani ed ipertesi, e porta a morte immediata se acuta,…
Immagine
[on the air: la mamma morta - maria callas]




Porto sventura a chi bene mi vuole! Fu in quel dolore che a me venne l'amor! Voce piena d'armonia e dice: 'Vivi ancora! Io son la vita! Ne' miei occhi e il tuo cielo!
Tu non sei sola! Le lacrime tue io le raccolgo! Io sto sul tuo cammino e ti sorreggo! Sorridi e spera! Io son l'amore!
http://www.youtube.com/watch?v=sxaa6roFwis

Il gigante e la bambina

Immagine
Il gigante e la bambina sotto il sole contro il vento in un giorno senza tempo camminavano tra i sassi il gigante è un giardiniere la bambina è come un fiore che gli stringe forte il cuore con le tenere radici e la mano del gigante su quel petto di creatura scioglie tutta la paura e' un rifugio di speranza del gigante e la bambina si e' saputo nel villaggio e la rabbia da' il coraggio di salire fino al bosco il gigante e la bambina li han trovati addormentati falco e passero abbracciati come figli del signore il gigante adesso e' in piedi con la sua spada d'amore e piangendo taglia il fiore prima che sia calpestato camminavano tra i sassi sotto il sole contro il vento in un giorno senza tempo il gigante e la bambina

http://www.youtube.com/watch?v=QcaK9k_fohg

Grazie. Col cuore.

non so veramente da dove cominciare. davvero. non so SE e PERCHE' ricominciare, visto che la mia unica ragione di vita, la persona che veniva prima di OGNI cosa non è più qui con me. chi mi conosce bene sa di cosa sto parlando. e chi mi conosce benebenebene sa le cose che ho fatto per lei e che la mia mamma veniva prima di ogni cosa. e quando dico OGNI vuol dire OGNI.
volevo approfittare del blog per ringraziare di cuore, uno per uno, voi tutti che mi siete stati vicini. mi avete dimostrato un affetto ed una vicinanza commoventi. davvero non me l'aspettavo. grazie per ogni abbraccio, per aver raccolto le lacrime che non sono riuscita a trattenere, per la vostra presenza discreta, perchè mi pensate e io lo sento. non so come spiegarvelo. ma lo sento. per ogni "IO CI SONO" non detto così per dire ma sul serio, per avere pianto con me quella persona meravigliosa che era la mia mamma.

scusate tanto se non vi rispondo, se non ho risposto agli sms, alle mail ed ai messaggi su…

84

BUON COMPLEANNO PAPA'.

Tanto ti dovevamo, Mamma.

[on the air: vado in paradiso - ron]

COSA PUO’ ACCADERE AL PRONTO SOCCORSO UNA PIOVOSA DOMENICA POMERIGGIO DI NOVEMBRE

Mia mamma, robusta e apparentemente sana donna di 77 anni, arriva al pronto soccorso dell’Ospedale di Circolo di Varese verso verso le 14,30 di domenica 8 novembre 2009, proveniente da casa sua a Cantello, con un’ambulanza chiamata per via di un forte dolore all’addome presente già dalla mattina.
Al triage (chissà perchè non si chiama accettazione…) che in quel pomeriggio presentava un'affluenza normale, le fanno un prelievo del sangue, le assegnano il codice verde ed attende fino circa le 16,45 per una visita.
Arriva una giovane dottoressa che dopo un’affrettata palpazione dell’addome e qualche domanda generica le prescrive una lastra. Mia sorella che l’accompagna, le riferisce che soffre di ipertensione e le elenca i farmaci che assume.
In seguito a qualche sollecito, verso le 17,30 l’infermiera le collega una flebo con 2 dosi di Zantac ed un altro medicinale; nel fr…
Immagine
Mi hai lasciato senza parole come una primavera e questo è un raggio di luce un pensiero che si riempie di te E l'attimo in cui il sole diventa dorato e il cuore si fa leggero come l'aria prima che il tempo ci porti via ci porti via da qui vorrei viaggiare su ali di carta con te sapere inventare sentire il vento che soffia e non nasconderci se ci fa spostare quando persi sotto tante stelle ci chiediamo cosa siamo venuti a fare cos'è l'amore stringiamoci più forte ancora teniamoci vicino al cuore
http://lachiara1974.blogspot.com/2009/10/dedicata-alla-mia-mamma.html

Ieri... La guardavo.
e pensavo che da quel giorno all'ultimo istante in cui avrà vita,
ogni lacrima versata, ogni dolore, ogni pensiero,
ogni lacrima trattenuta,
ogni disperazione,
ogni sorriso, ogni carezza, ogni sguardo
sarà per suo figlio.
L'anima di una mamma, quando perde un figlio,
se ne va con esso.
Nonostante gli umani sforzi di sopravvivere lo stesso.
E la quotidianità,
che ti sbatte ogni istante in faccia
questa verità,

Ciao Mamma.

Immagine
ADESSO SEI FINALMENTE FELICE.
SEI TORNATA A VOLARE.
IO LO SENTO.
A PRESTO MAMMA, AMORE MIO.
Ti amerò per sempre.

Proprio così.

[on the air: nella casa c'era - zucchero]

Nella casa c'era Una stanza per la sera Piena di pazienza di perdono e di onestà E tu sei andata via chissà Dentro quali giorni sei già, si Sei andata via! Nella casa c'era Una stanza per gli amici Piena di risate di parole e di allegria E tu sei andata via chissà Persa in quali giorni sei già, si Sei andata via! Ogni storia ha i suoi no Ed ogni storia ha i suoi guai oh Ogni storia ha i suoi giorni L'estate è cieca e poi si sa, Lunghi inverni perché sei andata via Senza me! Nella casa c'era Una stanza da lasciare Piena di rancore di silenzi e malinconia E tu sei andata via Oh dove sei, si Sei andata via! Ogni storia ha i suoi no Ed ogni storia ha i suoi guai Ogni storia ha i suoi giorni L'estate è cieca e poi si sa, Lunghi inverni e tu sei andata via Come me!

http://www.youtube.com/watch?v=vyiPZ7s0pII

14 euro buttati nel cesso.

[on the air: More Than A Feeling - Boston]

NON ANDATE A VEDERE QUESTO CESSO DI FILM!!!!!!!!!!!!!!!!!!! insensato, palloso, ridicolo, assurdo. UNA CACATA SPAZIALE.

http://squeezermag.wordpress.com/2009/11/05/luomo-che-fissa-le-capre-foto-trailer-cast-e-trama/

Come scusa?

Cara Chiara, non dici mai le cose come stanno. MAGARI FOSSI COSI'. MA MAGARI! NON AVETE IDEA QUANTO MI PIACEREBBE!!!!!

Inzomma....

[on the air: the reason - celine dion]

uff. che fatica tornare alla normalità.
scarparsi di dosso questa influenza è veramente lunga. ed è una vera rottura di palle. c'aveva ragione il mio dottorino! incredibile! da ieri ho iniziato a prendere le vitamine, speriamo servano a qualcosa.
tra tutto mo ci si è messo pure il dente del giudizio che ha ripreso a puntare per farsi spazio tra gli altri fratelli maggiori... la cosa simpaticiussima è che il dolore compare solo di notte, probabilmente per via della posizione che i muscoli della mandibola assumono durante il sonno, (e forse anche perchè è risaputo che non abbia proprio sto sonno tranquillo), di solito dopo un paio d'ore dall'addormentamento. certo che svegliarsi di botto nel cuore della notte con un dolore simile a mezza faccia non è che sia sto bijou.. stanotte dalla disperazione mi sono alzata a prendere un antinfiammatorio ed è andata decisamente meglio.
minchia ma sono ancora nell'età dello sviluppo? nella fase del…

Ammazza...

che scoppola!
si si. dopo almeno 3 anni in cui non prendevo l'influenza, sto giro l'ho proprio presa per bene!
particamente:

5 i giorni passati tra il letto ed il divano 37.6 il tetto massimo di febbre avuta 4 le pastiglie di tachipirina 500 mg al giorno (senza che la febbre scendesse di 1 linea. mah) 10 le ore di tivvù al giorno viste tra un pisolo e l'altro (contro l'oretta scarsa della quotidianità) 2 le visite del dottore 6 gli aerosol 1 la scatola di mucosolvan 1 l'iniezione di lixidol per placare il mal di schiena 1 amichevole saltata 1 festa di compleanno persa 35.9 la temperatura corporea da sfebbrata (praticamente una lucertola)
il problema è che adesso sono in piedi e attiva. ma sto tutt'altro che bene. cioè sta robaccia ti resta addosso con tosse, spossatezza, rincoglionimento e voglia da fà un cazzo. vabbhè ma quella c'è sempre. è proprio cronicizzata!

E' così.

[on the air: io no - jovanotti]

E' COSI' DA SEMPRE. LO E' ADESSO E LO SARA' PER SEMPRE.

C'è qualcuno che fa di tutto per renderti la vita impossibile c'è qualcuno che fa di tutto per rendere questo mondo invivibile c'è qualcuno che fa di tutto per renderti la vita impossibile e c'è qualcuno che fa di tutto per render questo mondo invivibile io no, io no, io no, io no C'è qualcuno che fa di tutto per renderti la vita impossibile c'è qualcuno che fa di tutto per render questo mondo invivibile c'è qualcuno che fa di tutto per renderti la vita impossibile c'è qualcuno che fa di tutto per render questo mondo invivibile ma a questo punto hanno trovato un muro un muro duro molto molto duro a questo punto hanno trovato un muro un muro duro molto molto duro siamo noi, siamo noi.