Post

Visualizzazione dei post da settembre 22, 2012

Buon viaggio, Sciavatìna

Quando lavori in un comune tutto sommato piccolo, in un posto che (per fortuna o purtroppo) ti mette in costante contatto con la gente che lo abita e che lo caratterizza, non puoi non diventarne parte anche tu. Vabbhè, io sono un caso un pò anomalo, nel senso che stringerei rapporti con chiunque, ovunque. Capita poi di incontrare quelle persone particolari, quelle che ogni paesello nascone nel proprio vissuto e che sono, per vari motivi, delle istituzioni.  Questo era, è e rimarrà Sciavatìna, per Bisuschio. Il feeling tra noi due scattò immediatamente quando, ancora geometrina che manco sapeva quante ne avesse in tasca, iniziavo a muovere i primi passi nella comunità e mi trovai di fronte questo ometto fuori come un balcone, sorridente, sempre disponibile e pronto alla battuta. Un mito. "Cosa bevi bella?" "Mah, un caffè" il caffè di Sciavatìna consisteva nella tazzina, classica, accompagnata dalla caraffa da un quarto piena di grappa. Si maaaa... Non grappa qualunque.…