Post

Visualizzazione dei post da novembre 1, 2015

Lo dicevo io che era adorabile...

SE IN AUTUNNO TU VENISSI DA ME

Se in autunno tu venissi da me
caccerei l’estate un po’ sorridente
– un po’ irritata –
come la massaia scaccia una mosca. Se potessi rivederti tra un anno farei tanti gomitoli dei mesi  li metterei in cassetti separati per paura che i numeri si confondano. Se l’attesa fosse soltanto di secoli li conterei sulla mano sottraendo finché non mi cadessero le dita nel paese di Van Dieman. E se fossi certa che finita questa vita la mia e la tua continueranno a vivere getterei la mia come una buccia e sceglierei con te l’eternità. Ma ora – incerta sulla durata del tempo – che ci separa, la cosa m’inquieta, come l’ape folletto, che non avverte quando pungerà.

Emily Dickinson
1862