Post

Visualizzazione dei post da marzo 31, 2011

Lavatrice

[on the air: brooke fraser - something in the water]

Mai come in questi ultimi mesi mi sono resa conto di quanto siano belle ed importanti le banalità delle mie giornate e del quotidiano. Come ho fatto ad accorgermene? Ovvio. Ne sono stata privata. E li ne è venuta fuori tutta la loro utilità e bellezza. Dall'avere una camera propria in cui mettere le cose dove e come si vogliono, ai propri spazi, alla cucina (ma questa è un'emozione che devo PER ORA rimandare, grazie a quegli stronzi della banca), all'essere svegliata dal giornaleradio delle 7.00... alla lavatrice. Vedo le cose pian piano prendere forma e mi sento un mix tra una sottona esagerata ed una grande figa. Il nero e il bianco. Ma la lavatrice, giuro, è stato un dramma in questo anno di convivenza. Grossi danni non ne ho combinati... a parte un paio ma piccolini... nel senso che le mutande erano e sono tutt'ora bianche... non rosa, o grigie o rosse. Ma dover fare la coda per lavare i propri vestiti... è un vera, …