Carabbinieri

[on the air: margaret M -  e. montesano c. verdone]


Io da piccola volevo fare il carabiniere, ma assolutamente! Ed ecco anche in questa occasione i miei punti-stima scendere vorticosamente verso il basso... però è la verità! Vari erano i motivi che mi facevano guardare all'Arma con ammirazione tipo... la divisa, il fatto che tutte le volte che cercavano di rincorrermi con la camionetta mentre scappavo in motorino li seminavo sempre, oppure il brigadiere in servizio ai quei tempi a viggiù... un figo della madonna! insomma tutte motivazioni serie, radicate nel senso del dovere e di un certo spessore. C'era anche un altro motivo, che però non voglio raccontare qui, il quale fece si che io arrivassi a vedere in loro un'ancora di salvezza per la mia famiglia. ma quella è un'altra storia. comunque.
ero proprio decisa. ai tempi, in mezzo alle riviste, c'era una pagina con una bella foto di un carabiniere tutto preso a proteggere un bambino o una cosa del genere, adesso non ricordo bene accompagnata da una bella scritta: ARRUOLATI ANCHE TU NEI CARABINIERI. sotto, c'era il talloncino da compilare e da spedire nel caso in cui uno volesse diventarlo. allora un bel giorno, mi son detta, cia che lo mando via! magari mi mandano un pò di materiale figo... bella bella spedisco il tutto e, ovviamente non essendoci ancora le carabinieresse come al giorno d'oggi, metto il nome ed il cognome di mio papà. passa un mese buono e non arriva niente. che stronzi, penso. un giorno, torno a casa a trovo la camionetta dei carabinieri in cortile ed il comitato di accoglienza composto da: madre, padre, maresciallo romoletto e appuntato. dalle facce capisco che non tirava aria grama... DIPPIU'!!!!!! il primo pensiero era stato per il motorino: cazzo mi hanno beccata l'altra sera che eravamo in giro in tre! (vero ste?) nooooo adesso gli dicono che faccio la scema in giro per il paese! che non metto il casco! che impenno e faccio i fugoni! i miei mi ammazzano. già sentivo le scoppole di mia mamma accarezzarmi il cranio. scendo e mi incammino... dire che mi stavo cagando addosso era un eufemismo. scappare ormai non potevo... mi guardano... Rosetta: Ma te set scema???? Io: MA!!!!!!!! Romoletto: Signnorina ha per caso inviato la richiesta di diventare carabiniere di nascosto e a nome di suo padre? Angelo: ..... Io: no! assolutamente! scherzate! ma io che faccio una cosa simile? Rosetta: CHIARA!!!!!!!! Io: e si... e adesso? lo mettete in prigione? Romoletto: No no... solo che siamo venuti a controllare come mai uno della classe 1925 (sarà stato il 1989) chiedesse di fare il carabiniere... 
Insomma... finì con un pistolotto di mezz'ora del maresciallo, con una compilation di scarpate nel culo di mia mamma e col silenzio misto a commiserazione di mio papà... che cazzo di imbecille ero ahahahahahah!
crescendo, poi, ho conosciuto degli esemplari della razza che mi hanno fatto ampiamente cambiare idea... ma ce n'è voluta prima che ciò accadesse, nonostante la immensa, mitica, storica figura di merda!
mi è venuta in mente questa simpaticiuissima storiella guardando il carosello storico durante la loro festa, quattro giorni fa. Certo che se sono riusciti a farlo pure enrico montesano e carlo verdone nel film "i due carabinieri"...  E IO!!!???

Commenti

Anonimo ha detto…
Sei troppo forte, solo tu potevi fare una cosa simile...mi vedo la scena come se fossi stata li.
Mi hai fatto ridere un sacco e in questi giorni non è facile.
Un grande abbraccio
La Chiara! ha detto…
no ma ti immagini la faccia dei miei??? mia mamma aveva i canini lunghi fino al mento come dracula! mi voleva ammazzare di scoppole ma non poteva davanti agli sbirri... mio dio che ridere... non ti dico appena se ne sono andati cosa è andato in piedi! ahahahah! sono contenta di averti strappato un sorriso. ti abbraccio forte. ciao stella bella

Post popolari in questo blog

Disinnescare

Fantozzi rag. Ugo, matricola 1001/bis, dell'Ufficio Sinistri

The best day of my life