Manchester by the sea


L'Oscar come migliore attore protagonista più rubato della storia.

Il film più palloso che mi sia capitato di vedere.
Peggio di questo solo Cuore Sacro di Ozpetec.
Raramente mi capita di guardare un film e di sperare che finisca il prima possibile. In perenne attesa che avvenga qualcosa che dia una botta di vita alla trama... Aspetti così a lungo che alla fine finisce il film. E tiri un sospiro di sollievo. 
Cioè io mi auguro che Casey Affleck lo abbiano premiato solo per il cognome che porta ed il fratello maggiore che ha.
Altrimenti non trovo veramente una spiegazione logica.
Zero emotività, zero capacità di coinvolgimento nei sentimenti e nelle situazioni che vive durante la recitazione, capacità di dialogo inesistente o comunque assolutamente asettica, banale.
Inespressività totale. Come se avesse fatto un frontale con un ferro da stiro.

Lento, vuoto, pure abbastanza scontato.

L'adagio di Albinoni mi commuove ad ogni ascolto: beh, mi è scivolato via come se stessi ascoltando Cantagallo che fischietta in Robin Hood.
Eppure narra di una vita scombinata a seguito della morte del fratello... Volevi che non mi coinvolgesse emotivamente una storia così? Niente. Zero. Due palle indescrivibili.

Strage di stelle soprattutto su mymovies che di solito stronca brutalmente o che comunque è di manica molto stretta... Recensioni pazzesche.

Per una roba così?

No dai. Il bel cinema e la recitazione da premio Oscar sono ben altra cosa.

Voto: una stella e pure con quattro punte. (e sono stata fin troppo buona)

Commenti

Post popolari in questo blog

Disinnescare

Fantozzi rag. Ugo, matricola 1001/bis, dell'Ufficio Sinistri

The best day of my life