Stai calma Chiara STAI CALMA!

Oggi c’ho un umore così.


Quindi mo scrivo quello che c’ho voglia e che mi gira per la testa.

Io non lo faccio apposta. Cioè la verità è che ho due diplomi: uno di geometra e l’altro nell’incasinarmi la vita. Il problema è che non riesco a dire di no a NESSUNO. Poi alla fine quando arrivo a dirlo non ci sono più cazzi. Però prima che arrivi a farlo mi infilo in certi casini che lo so solo io… per fortuna. Ma che fatica prendere posizione, decidere…. Cazzo ma abbiate un po’ di pietà. Cioè non è che io sono la detentrice del segreto della felicità. Minchia. Poi mi incasino su, do retta a tutti, poi non so come uscirne, ho paura di ferire le persone mentre per il contrario nessuno si fa mai un cazzo di scrupolo…

Xchè mi devo sempre ammazzare dai sensi di colpa verso gli altri. Cioè per saperlo lo so. Temo il giudizio negativo del prossimo. Ma cosa cambia, visto che tanto che sono una stronza lo pensano e dicono comunque?

Forse dovrei staccare un attimo. Cioè starmene nel mio, nel mio guscetto, per capire davvero cosa voglio adesso dalla mia vita. Oggi me lo sono proprio chiesta: MA COS’E’ CHE VUOI DAVVERO IN QUESTO MOMENTO? Cazzo. Non lo riesco a capire e quando dentro me le cose non sono ben definite sbarello.

Vorrei riposare, più di testa che di fisico. Fisicamente, a parte la caviglia che mi fa male come un mese fa (a questo punto credo di essermi fatta male davvero) sto bene. È di testa che inizio a non starci più dentro.

Dovrei parlare, chiarirmi con due persone. Ma anche tre. Ma mentre con uno di loro ho bene chiaro in mente cosa e come dirlo… per le altre due è un casino. Cioè. Li vorrei vicini. Ma anche no. E ho paura. Paura di prenderlo in culo un’altra volta… paura che uno di loro si dissolva nuovamente alla prima discussione. (lui poi non lo sa che io ci voglio parlare e non so nemmeno se lo farò e soprattutto non capirà mai che questa cosa è per lui… come sempre ehehehe). Vorrei prendere tutto con più leggerezza e vorrei che lo facessero anche gli altri con me. Ma in questo momento non ne sono capace. Sono così amareggiata per come sono andati alcuni rapporti in questo primo mezzo anno che boh… sono un misto tra il deluso e lo sconfortato. E quindi non sono serena dentro. E sta cosa mi sta sul culo.

Ve lo chiedo per favore. Davvero. Cioè non mi riportate cose che riguardano quella là. Ma non lo faccio per cattiveria. Cioè è un capitolo chiuso e sepolto e basta. E non mi interessa sapere che l’avete vista, cosa ha detto, dove, con chi, cosa fa e perché lo fa. Saran ben cazzi suoi! A me non interessa più e questa decisione credo sia stata la più sensata e liberatoria della mia vita. Poi la battuta ci sta. Ma davvero, evitate! Grazie! (permalosa non è solo per te che ho scritto questa cosa vai tra)

Ho sonno, non ho voglia di uscire ma oggi sono incazzata anche con mia mamma. Quindi meglio che me ne vada fuori dai marroni. Però nanna presto perché l’è mia ul cas.

Meno male che il mese infame doveva essere finito… ma vaaaaaaaaaaaaaff

Oggi operavano anche lo zio robi… chissà che avranno combinato!

ultimo aggiornamento:
oggi pomeriggio è deceduta l'angelina. chi la conosce sa di chi parlo... era LA perpetua di don giuseppe prima e don ferdinando poi, quella che ci ha accompagnati dall'infanzia all'adolescenza in cui eravamo i padroni assoluti dell'oratorio e della casa del don (e sta cosa le stava sulle balle io lo so hehehehe), quella che ormai si vede solo nei film, una donna del signore, di quelle timorate di dio... davvero una donna d'altri tempi. era già da un pò che non stava bene, l'ho vista l'ultima volta a cantello che vive del 2005... sempre lei, bella bianca e rossa, che mi chiedeva se cantavo ancora in chiesa... che mi diceva DAI VA SU TI A CANTA' CA TE GHET NA BELA VUUS... povera stella. spero di riuscire a cantare per te l'ultima volta sabato (vista la qualità delle ultime voci guida che ho dovuto ascoltare... madre mia!)... lei era quella che aveva una parola ed un sorriso per tutti, quella che se beveva un goccio di vino in più diventava l'attrazione della serata, quella che non buttava via i bicchieri di carta ma che li lavava e li riciclava, quella che a natale ci faceva mangiare il panettone dell'anno prima o le patatine straposse... CA SA BUTA VIA NAGOT... ed in questo era identica al mio papà... riposa in pace cara angelina, nel luogo in cui "la gioia non conosce il pianto" assieme ai tuoi cari. e proteggici dal cielo.

Buona serata raga. anzi buonanotte. io mi vado a coricare, come dice il mio amico fabbiofonte

Commenti

Roberto ha detto…
SON VIVO! E PIU' CHE ALTRO SONO COME PRIMA! EHEHEH

cmq... non c'e' soluzione, se sei nata tonda non puoi morire quadra, e la gente è sempre la stessa. ma poi, che vuoi veramente? te lo sei risposto?
La Chiara! ha detto…
eeeeeeeeeeeee no! magari mi fossi data una risposta! poi sto facendo la cazzata di andare a cercare cose persone e situazioni invece di starmene per i cazzi miei a riflettere... e so che non è una cosa molto intelligente da fare... ma mi viene così! UFFAAAAAAAAA!

Post popolari in questo blog

Disinnescare

Fantozzi rag. Ugo, matricola 1001/bis, dell'Ufficio Sinistri

The best day of my life